Sottoscritto a Brindisi Accordo tra INAIL SPeSAL e CGIL CISL UIL

Dopo il Protocollo d’intesa tra l’Istituto Nazionale per l’Assicurazione contro gli Infortuni sul Lavoro – Direzione Regionale per la Puglia, le Confederazioni regionali di CGIL,CISL e UIL è stato sottoscritto, anche a Continua »

12 dicembre 2014 – Sciopero generale nazionale

Continua »

Cambiare la Legge di Stabilità 2014: dagli sprechi e dalle rendite più risorse ai lavoratori e ai pensionati

La Legge di Stabilità presentata dal Governo non realizza quella svolta nella politica economica necessaria al Paese per uscire dalla recessione e tornare a crescere. Da tempo tutti gli osservatori indicano in Continua »

Le preoccupazioni della Filctem Cgil sul polo industriale brindisino

Nella giornata odierna, 8 maggio ’15, Emilio Miceli Segretario Nazionale della FILCTEM CGIL, ha partecipato al Comitato Direttivo della Filctem di Brindisi, unitamente a Michela Almiento Segretaria della CGIL di Brindisi, Gino D’Isabella Coordinatore Filctem Puglia e Salvatore Viva Segretario di Brindisi.

Nel corso dei lavori sono state esposte criticità e vertenze del territorio relative ai comparti chimico, energetico e tessile nell’ambito di una disamina complessiva delle possibilità di rilancio dello sviluppo industriale a Brindisi, chiaramente condizionato dal protrarsi dei tempi per le procedure ministeriali per le bonifiche dell’area Sin, ma che deve trovare attenzione per quegli investimenti mirati che possono essere agganciati ai fondi strutturali europei messi a disposizione per la programmazione 2014/2020.

E’ per questo che particolare attenzione è stata dedicata allo stabilimento della Jindal films che in un’ottica di implementazione dell’impianto sta manifestando volontà a partecipare ai bandi dei Fondi strutturali europei, attraverso un Contratto di Programma sottoscritto con la Regione Puglia.
Fondi strutturali già utilizzati, in passato, da Sanofi- Aventis per nuove filiere produttive con un investimento totale di oltre 28 milioni di euro, di cui 8,4 concessi dalla Regione.

Come CGIL abbiamo già evidenziato e richiesto alla Regione che i finanziamenti devono essere erogati per processi d’innovazione e implementazione delle attività produttive associati a una crescita dell’occupazione.

Sul versante vertenziale preoccupa la mancanza di prospettive per i 250 lavoratori (tra diretti e indotto) della Centrale Edipower. Si è in attesa dell’atto definitivo sul procedimento di autorizzazione per il nuovo impianto di produzione di Combustibile Solido Secondario, che si annuncia negativo, e del conseguente impegno del Prefetto di Brindisi, di convocare Azienda, Sindaco e Presidente della Provincia di Brindisi e parti sociali. I delegati hanno chiesto a Emilio Miceli di impegnare il Gruppo A2A a perseverare e sostenere il Piano di riconversione del sito, così come previsto nel Piano Industriale 2015/2019, riproponendo anche a Brindisi tutto quanto contenuto nell’ipotesi di accordo sottoscritto a Messina per la Centrale siciliana.

Rispetto alla Centrale ENEL sono state, invece, evidenziate le innovazioni di processo attuate attraverso l’installazione dei nuovi filtri a manica per la riduzione delle polveri e la prossima ultimazione dei parchi carbone chiusi. Sempre per il Gruppo ENEL sono state, però, espresse fortissime preoccupazioni per l’annunciata volontà aziendale di ulteriore riduzione del personale del Centro Ricerca da reimpiegare nel Gruppo ENEL, pur avendo di fatto il Centro Ricerca ENEL di Brindisi, un organico palesemente esiguo a fronte di importanti attività in corso su Ambiente e Residui, con lavoro assicurato almeno fino al 2017.

Sul versante del Tessile Abbigliamento Calzaturiero, si registrano in provincia di Brindisi perdite notevoli di attività e occupazione a causa dell’affacciarsi sul mercato dei paesi emergenti e rispetto a tale fenomeno bisognerebbe aumentare la qualità dei prodotti e studiare una strategia nazionale per il rilancio della piccola e media impresa. Nel Direttivo sono state riprese le proposte che come CGIL di Brindisi sono state fatte nell’ambito del Piano di Lavoro Territoriale: c’è bisogno di puntare alle lavorazioni di nuovi tessuti e nuovi prodotti che possono essere utilizzati dagli stessi insediamenti industriali del polo brindisino sul versante della sicurezza nei luoghi di lavoro.

La riunione di Brindisi si è svolta oltre che per un dibattito interno, anche, per preparare al meglio il confronto pubblico “Sviluppo: serve l’industria”, organizzato unitariamente dal Sindacato e che si svolgerà a Lecce, domani (oggi ndr) con la partecipazione del Sottosegretario del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali On. Teresa Bellanova.

COMUNICATO STAMPA FILCTEM CGIL

Sottoscritto a Brindisi Accordo tra INAIL SPeSAL e CGIL CISL UIL

Dopo il Protocollo d’intesa tra l’Istituto Nazionale per l’Assicurazione contro gli Infortuni sul
Lavoro – Direzione Regionale per la Puglia, le Confederazioni regionali di CGIL,CISL e UIL è stato
sottoscritto, anche a Brindisi, l’Accordo Attuativo per le iniziative da realizzare sul territorio.
L’accordo è stato siglato dai referenti per la Sicurezza del Sindacato, Antonio Frattini CGIL –
Emiliano Giannoccaro CISL – Cosimo Zuccaro UIL, e dai Responsabili di INAIL e SPeSAL
competenti in materia di prevenzione, salute e sicurezza nei luoghi di lavoro.
Tra le finalità dell’accordo attuativo la realizzazione di azioni congiunte in materia
prevenzionale e di tutela della salute, finalizzate a fornire ai RLS e RLST informazioni utili per la
prevenzione dei rischi, la promozione del benessere sui luoghi di lavoro e la partecipazione
attiva dei lavoratori alla tutela della loro salute e sicurezza, coerenti con le esigenze del mondo
del lavoro.
Scopo dell’intesa è quello di ridare forza e rinsaldare le relazioni istituzionali con i diversi attori
del Sistema Prevenzione e Sicurezza, monitorare costantemente gli infortuni sul lavoro e le
malattie professionali nei vari settori produttivi, pubblici e privati.
Su queste basi CGIL CISL UIL, INAIL e SPeSAL si sono impegnati a realizzare nell’anno 2015
iniziative di formazione – informazione rivolta agli RLS dell’indotto industriale sui rischi specifici
dei siti, la normativa Seveso, i luoghi confinati e un progetto di formazione riservato ai RLS e
RLST dei settori agricoltura, industria, terziario e pubblico impiego.
In tale contesto lo SPeSAL e INAIL insieme al Sindacato garantiranno il supporto tecnicoscientifico
e organizzativo per la predisposizione dei progetti formativi con la partecipazione in
qualità di docenti di medici competenti, tecnici della prevenzione e dirigenti sindacali esperti in
sicurezza.
La prima iniziativa si svolgerà nel mese di Maggio, presso la sala conferenze della Centrale
Federico II di ENEL a Brindisi.

Brindisi li, 23 aprile ’15

Responsabili Settore Sicurezza

CGIL CISL UIL
Antonio Frattini Emiliano Giannoccaro Cosimo Zuccaro

12 dicembre 2014 – Sciopero generale nazionale

sciopero_12122014_1

sciopero2

25 Ottobre 2014 – Manifestazione Nazionale – Roma P.zza San Giovanni

25 ottobre 35x50

Antonio Somma, un protagonista della nostra storia

iniziativa 11 giugno jpeg

Giovani e lavoro. Incontro pubblico.

invito 30 05 2014 (1)

Piano del Lavoro. Nuove energie, nuovi processi, nuovi prodotti.

locandina iniziativa 29 maggio

Garanzia Giovani

                                       

“Garanzia Giovani”
Assistenza alla Cgil

Il sindacato offre sostegno a chi intende accedere al piano europeo per la lotta alla disoccupazione che interessa la fascia tra i 15 e i 29 anni

Presso la sede della Cgil  di Brindisi in via Palmiro Togliatti  i giovani dai 15 ai 29 anni potranno trovare assistenza per accedere alla “Garanzia Giovani”, il piano europeo per la lotta alla disoccupazione giovanile.

Non è una soluzione per quanto riguarda la gravissima situazione occupazionale generata dalla mancanza di lavoro  ma una inversione di tendenza per le politiche giovanili e la possibilità di accesso, seppur attraverso percorsi formativi, al mercato del lavoro.

La “Garanzia Giovani” è un’iniziativa concreta che può aiutare ad entrare nel mondo del lavoro, valorizzando le attitudini e il background formativo e professionale. E’ uno strumento per attivare le fasce più deboli, i cosiddetti neet, ossia tutti coloro che non studiano, non lavorano e non cercano occupazione.

CGIL  ha  condiviso  l’iniziativa  Garanzia  Giovani  e partecipa attivamente al percorso che la Regione ha delineato.

La  Direttiva  consente  l’utilizzo  dei  Fondi  Europei  dedicati  in  tempi  celeri  e  in  forme sperimentali,  mettendo  in  campo  da  subito  una  complessa  Rete  di  Servizi  per  i  giovani destinati  all’attivazione  di  punti  di  accesso  ad  opportunità  di  lavoro,  a  rapporti  misti formazione-lavoro  (apprendistato-tirocini),  a  percorsi  di  formazione  specialistica  e indirizzata a settori anticiclici, a opportunità di impiego e/o di istruzione all’estero.

Abbiamo  apprezzato  la  soluzione  equilibrata  ed  innovativa  che  questo  Progetto  ha adottato nella costruzione della Rete di Servizi, nell’assegnazione di compiti e funzioni e nella distribuzione dei fondi, premiando il ruolo dei Centri per l’Impiego e delle  Province in un contesto integrato con le Imprese del collocamento privato accreditato.

La segreteria Nidil CGIL, è fermamente convinte che la Direttiva, sia un’iniziativa utile e ben strutturata e, speriamo, altrettanto efficace in  una  regione  devastata  da  una  profonda  e  inarrestabile  crisi  occupazionale.

Concluso il 2° Congresso della FILCTEM CGIL , Salvatore Viva, 45 anni, confermato segretario della Federazioni dei lavoratori chimici, energia e tessili di Brindisi.

Normal
0

14

false
false
false

IT
X-NONE
X-NONE

/* Style Definitions */
table.MsoNormalTable
{mso-style-name:”Tabella normale”;
mso-tstyle-rowband-size:0;
mso-tstyle-colband-size:0;
mso-style-noshow:yes;
mso-style-priority:99;
mso-style-qformat:yes;
mso-style-parent:”";
mso-padding-alt:0cm 5.4pt 0cm 5.4pt;
mso-para-margin-top:0cm;
mso-para-margin-right:0cm;
mso-para-margin-bottom:10.0pt;
mso-para-margin-left:0cm;
line-height:115%;
mso-pagination:widow-orphan;
font-size:11.0pt;
font-family:”Calibri”,”sans-serif”;
mso-ascii-font-family:Calibri;
mso-ascii-theme-font:minor-latin;
mso-fareast-font-family:”Times New Roman”;
mso-fareast-theme-font:minor-fareast;
mso-hansi-font-family:Calibri;
mso-hansi-theme-font:minor-latin;}

Concluso il 2° Congresso della FILCTEM CGIL , Salvatore Viva, 45 anni,  confermato segretario della Federazioni dei lavoratori chimici, energia e tessili di Brindisi. Il congresso si è svolto ieri c/o l’istituto Alberghiero  “Sandro Pertini” di Brindisi, dove i trenta cinque delegati, eletti nelle 25 assemblee svolte presso le aziende del territorio, hanno anche eletto il direttivo che resterà in carica per i prossimi quattro anni.

Il documento congressuale che ha visto come prima firmataria la segreteria nazionale confederale Susanna Camusso, ha ottenuto il 98%  dei consensi. Sono intervenuti per portare il saluto le associazioni imprenditoriali e gli altri sindacati del settore.

Nel corso del Congresso si è parlato della grave situazione di crisi che sta affliggendo il nostro territorio con la chiusura di tante aziende, l’incertezza sul futuro del polo energetico e la mancanza di un politica industriale nazionale che non fa altro che aggravare ancora di più la situazione.

Il Sindacato, che tutela i lavoratori dell’industria chimica, del tessile, dell’energia e delle manifatture, ha proposto azioni a largo raggio, ripartendo dai contenuti del Piano del Lavoro della CGIL,  che riguardano principalmente la ricerca e l’innovazione e gli investimenti in diversi ambiti, dall’industria ai beni culturali, dalla Pubblica Amministrazione alle infrastrutture.  

Elezione Presidente ALPA Brindisi

Comunicazioni Elezione